Secondo Luciano

Secondo Luciano

La storia di un'amicizia si unisce e si contrappone alla storia di un Vangelo nuovo, sorta di sguardo apocrifo sul profeta e i suoi discepoli. Due amici di vecchia data, di cui uno, Luciano, malato e prossimo alla morte, si incontrano dopo molto tempo e iniziano a frequentarsi.

Gli incontri saranno l'occasione per tracciare un bilancio esistenziale e per discutere su un romanzo che sta scrivendo Luciano: la storia di Gesù e di Giuda, una figura che, nel corso della narrazione, si rivelerà diversa da quella che i Vangeli ci hanno tramandato. Secondo Luciano è una commovente, riflessiva, malinconica carrellata sul tempo che passa e su quello che resta, sull'amicizia perduta, ritrovata e tradita, sul senso ultimo della fede e sull'inutile affermazione delle certezze. Un'elegia crepuscolare che scorre tra le righe e permea la dialoghi, ambienti e personaggi, fra cui si incunea la Storia con la S maiuscola e le guerre di religione che, da sempre, insanguinano la terra.